Tecnici e dirigenti del team rossoblù sono stati volontari e referenti a supporto dell’evento

C’è stata la regia della Magnolia dietro l’evento targato Cestistica Campobasso che ha visto la nazionale italiana under 18 di pallacanestro ospite del capoluogo di regione con la disputa di uno scrimmage contro la Finlandia e poi al centro di un quadrangolare con Gran Bretagna, Ucraina e la stessa Finlandia finite rispettivamente seconda, quarta e terza.

A dare supporto agli azzurri nelle loro sedute di allenamento (continueranno sino a lunedì e poi martedì ci sarà la partenza per Roma) tecnici e dirigenti del team rossoblù, che sono stati un riferimento prezioso – oltre che per l’Italbasket impostasi in tutte e quattro le partite disputate (lo scrimmage e le tre del torneo) – anche per le nazionali straniere presenti nel capoluogo di regione.

COMPLIMENTI UNANIMI Gli attestati di stima ricevuti da parte dell’entourage rossoblù da parte di dirigenti, staff e giocatori azzurri, ma anche ucraini, britannici e finnici sono il segnale dell’ottimo lavoro portato avanti in queste giornate e lo stimolo a fare ancora meglio in prospettiva per quelli che potranno essere possibili nuovi eventi estivi e – al tempo stesso – per l’avventura agonistica in arrivo, la seconda nel torneo di A2 femminile.

SCORE RECAP Magari provando a seguire la buona stella dei risultati degli azzurri juniores affidati al coach venafrano Andrea Capobianco. Che, nelle quattro gare disputate sul parquet del PalaVazzieri, hanno superato due volte la Finlandia (sabato nello scrimmage per 67-63 e mercoledì nell’ultima gara del quadrangolare per 68-63) e – nell’esclusivo ambito della seconda edizione dell’International basketball challenger: the Molise project la Gran Bretagna per 79-63 e l’Ucraina per 92-55.

 AREA COMUNICAZIONE MAGNOLIA CAMPOBASSO