Rossoblù nella griglia playoff: ai quarti di finale la sfida contro la Progresso Bologna

Coach Mimmo Sabatelli: “Gara difficile, ma pronti a giocarcela senza pressioni”

Con la trentesima giornata, disputatasi pressoché in contemporanea sabato sera alle 20.30 (unico anticipo quelle delle 18 tra Savona ed Umbertide), si è conclusa la regular season della serie A2 femminile di basket nell’ambito del raggruppamento Sud.

Per La Molisana Magnolia Campobasso la prima esperienza nella seconda serie cestistica nazionale ha portato con sé ad un ottavo posto finale con gli stessi punti – trenta – del Faenza, che ha però soffiato il settimo posto alle rossoblù per il doppio successo arrivato negli scontri diretti (al -28 dell’andata ha però fatto da controllare il forte rammarico per lo stop patito al PalaVazzieri arrivato dopo un tempo supplementare al termine di una gara in cui i #fioridacciaio sono arrivati vicinissimi a conquistare il referto rosa).

Con questo risultato, le rossoblù sono state inserite come settime nella griglia playoff andando a pescare così – nei quarti – il Bologna, seconda formazione del seeding. Ogni turno dei playoff si svolgerà in gara unica sul parquet della migliore classificata con le vincenti della post season dei due gironi che andranno poi a spareggiare tra loro sempre in gara secca (su campo neutro) per andare a spareggiare, poi, con la perdente dei playout di A1, avendo però il vantaggio del fattore campo.

Il match in casa delle felsinee sarà in agenda – con tutta probabilità – sabato alle ore 18.

“Sapevamo – spiega il coach delle magnolie Mimmo Sabatelli – che qualsiasi squadra ci sarebbe toccata in sorte, avremmo dovuto affrontare un incrocio temibile. Lo facciamo, però, senza particolari pressioni perché abbiamo raggiunto quello che era il nostro obiettivo, ossia accedere ai playoff, e tutto quello che verrà d’ora in avanti potrà essere una splendida scoperta ed un’ulteriore occasione di soddisfazione”.

Poi, sull’ottavo posto raggiunto al termine della regular season, aggiunge: “C’è grande soddisfazione per quanto siamo riusciti a fare – chiosa – perché abbiamo raggiunto gli importanti obiettivi che ci eravamo posti all’inizio con la società. Non va dimenticato che questa, per noi, era la prima stagione e che avevamo un gruppo dall’età molto giovane che si doveva conoscere ed amalgamare e così occorreva fare i conti un po’ con lo scotto del noviziato. Resta, in tutti i sensi, un risultato notevole. Poi, ovviamente, come avviene in ogni bilancio complessivo, c’è sempre qualche dettaglio che avresti voluto più proficuo e che finisce per lasciarti un pizzico di rammarico, ma rappresenta anche un ulteriore stimolo in prospettiva, nonché un’occasione per tuffarci con maggiore determinazione sulla post season”.

AREA COMUNICAZIONE MAGNOLIA CAMPOBASSO

Ph Maurizio Silla