La formazione rossoblù ingaggia la pivot nella passata stagione in forza al Carugate

La lunga baltica: “Amo tantissimo la pallacanestro e sul parquet non conosco ostacoli”

 Pesca ancora nell’ampio (e particolarmente qualitativo) serbatoio dell’Europa dell’Est la Magnolia Campobasso per individuare la propria straniera in quella che sarà la seconda stagione di A2 del team rossoblù. E se – nello scorso torneo – il club griffato La Molisana si era orientato sulla Bosnia regalandosi Marina Dznic, nella circostanza le prospettive cambiano e si arriva in Lituania. Sempre nel ruolo di pivot e sempre con un’atleta che arriva da una formazione del girone Nord dell’A2.

A deliziare i tanti supporter del PalaVazzieri sarà la non ancora 24enne centro lituana Laura Zelnyte, giocatrice di 190 centimetri nello scorso torneo in forza al Carugate con medie in doppia cifra sia a livello di punti realizzati (12,7) che di rimbalzi (11,1). Particolari sintetizzati in una valutazione personale (la somma algebrica di tutti i fondamentali del gioco) che si è sempre assestata vicino a quota 20. Cui, tra l’altro, si unisce una peculiarità non da poco: quella cioè di essere stata capace di stoppare almeno una volta a partita un tentativo di conclusione di una propria avversaria.

CARATTERE DA AMAZZONE Tutti aspetti figli di una determinazione incrollabile, come testimoniato da un episodio dell’ultimo torneo: “Durante una partita – spiega – mi sono rotta il naso in un contrasto, ma non mi sono fermata ed ho continuato a giocare. Solo dopo la fine della partita sono uscita dall’impianto e sono andata a fare gli accertamenti del caso. Questo perché io amo tantissimo la pallacanestro e sul parquet non conosco ostacoli”.

HAPPY COMEBACKX L’entusiasmo per l’avventura con la maglia Magnolia è evidente nelle prime sensazioni della giocatrice lituana: “Poter fare un’altra stagione nel campionato italiano – aggiunge – mi rende davvero felice, anche se la mia conoscenza della vostra lingua è ancora relativa. Cercavo una squadra forte e con delle giocatrici in gamba e l’approdo a Campobasso mi ha dato questo”.

PAROLA AL PARQUET Di se stessa l’ultima arrivata in casa rossoblù non ama parlare più di tanto. “Rispondere ad una domanda del genere mi pare un po’ strano. Sul mio conto posso dire che sono una giocatrice con tanta pazienza, applicazione e dedizione al lavoro”.

Non si sofferma su particolari fondamentali prediletti perché – spiega – “attacco e difesa sono componenti di una stessa disciplina, la pallacanestro. E a me piace giocar bene”.

PROMESSE E CERTEZZE Particolarmente concrete sono anche le parole riservate al nuovo club ed ai supporter rossoblù: “Alla società posso dire che darò tutta me stessa e cercherò di dare il 100% del mio potenziale. I tifosi? Devono sapere che sono felice di far parte della loro squadra del cuore. In campo sarò sempre pronta a fare il massimo. Non amo fare promesse, è meglio giocare concretamente. Ma credo che se tutti insieme ci daremo una mano, passo dopo passo, potremo scalare vette molto alte”.

OBIETTIVI PERSONALI Particolarmente attenta al proprio miglioramento personale, Zelnyte – per il 2018/19 – ha un traguardo ben preciso. “Cercavo un team importante, ne faccio parte e, poiché amo questo sport, ora sono pronta a tuffarmi in quest’avventura, puntando a fare sempre del mio meglio in campo”.

 AREA COMUNICAZIONE MAGNOLIA CAMPOBASSO