Il debutto assoluto nella Coppa Italia di A2 alla seconda stagione sulla breccia dei massimi tornei cestistici in rosa. Scriverà una pagina importante nel libro della propria storia, già nel riscaldamento della sfida contro Moncalieri, La Molisana Magnolia Campobasso, determinata a regalare ai propri tifosi che hanno letteralmente polverizzato in queste settimane biglietti ed abbonamenti per l’appuntamento tricolore.

SENZA UN DOMANI Per la prima volta in stagione, tra l’altro, il gruppo rossoblù si proietterà in quello che sarà il clima tipico dei confronti post season, ossia le ‘gare senza un domani’ perché solo vincendo le magnolie si proietterebbero sulle sfide del sabato. Di fronte, in una giornata insolita (il venerdì) ed in una collocazione inusuale (quella delle 20) le rossoblù avranno una matricola dell’A2, quel Moncalieri autentica rivelazione del girone Nord, quarto al giro di boa, posizione che continua a mantenere forte di un record di diciassette gare vinte in ventiquattro turni.
«Senz’altro – discetta alla vigilia il coach dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli – questo è un match che può essere importante in prospettiva anche per la proiezione playoff, quando, così come in questa circostanza, dovremo fare i conti con delle contese in cui sarà importante commettere meno errori possibili. Da parte mia, però, posso dire con grande soddisfazione che, dopo il ko di Faenza, il gruppo ha fatto ulteriormente quadrato e in questi giorni ho visto la squadra lavorare con grande determinazione e voglia di reagire e sono convinto che a stretto giro potremo ammirare nuovamente quella squadra capace di dar vita ad un filotto di tredici affermazioni consecutive».

PER ELISA Ulteriore bella notizia per il gruppo rossoblù è quella del rientro col gruppo dell’esterna Elisa Mancinelli. «Che – aggiunge il trainer rossoblù – sta portando avanti un lavoro mirato seguita a stretto contatto dal preparatore fisico Colagiovanni e dal fisioterapista Ciampitti. Senz’altro sarà a referto, poi saranno loro a dirmi se e quale, nel caso, potrà essere il suo contributo alla causa».
Per il resto, invece, non si segnalano particolari problematiche nel roster campobassano, che potrà contare, per la circostanza, su tutti i propri effettivi.

FOCUS SABAUDO Pur non essendo compagna di viaggio in campionato, la formazione piemontese è stata analizzata con la solita dovizia di particolari dallo staff tecnico rossoblù (oltre al coach i suoi assistenti Filipponio ed Anzini) ed il quadro tracciato è di quelli molto chiari.
«Sono una matricola solo per l’arrivo legato a questa stagione in un simile contesto, ma dalla loro hanno una squadra importante (cui si è aggiunta anche la junior Valeria Trucco dal Torino di A1) che mette tanta energia sia in attacco che in difesa ed ha in elementi come l’ala-pivot tedesca Grigoleit, l’esterna Landi ed il centro Cordola i suoi punti di riferimento».
Le ‘lunette’ (questo l’appellativo della squadra in virtù del simbolo scelto per rappresentare il club) possono contare su un reparto di interne particolarmente profondo, il che ne fa anche la miglior squadra a rimbalzo del proprio girone.

TRACCIA TATTICA In virtù di simili riferimenti, necessariamente il piano partita per le magnolie ha una declinazione prioritaria. «Sappiamo – chiosa Sabatelli – che il giocare in casa sarà da stimolo e da supporto in più, oltre che aumentare le responsabilità che potrebbero, per certi versi, tradursi in tensione. Ma dentro c’è grande soddisfazione nell’esserci e la voglia di dare il massimo. Per farlo, dovremo cercare di non farci imporre i loro ritmi, cercando di far emergere le nostre peculiarità sia in attacco che in difesa. Per quella che è la formula di questi tornei così serrati, la prima giornata di competizione assume un valore fondante nella consapevolezza che, come le altre sfide dei quarti, saremo di fronte ad una gara in cui potrà succedere di tutto. La nostra bravura dovrà consistere nel riuscire ad incanalarla nel verso a noi più gradito».

GIORNATA PIENA La sfida tra le magnolie ed il Moncalieri sarà l’ultimo match di un venerdì pomeriggio intenso che sarà aperto alle 14 dal match tra Costa Masnaga e La Spezia, la cui vincente, affronterà poi in semifinale (sabato alle 20) la vincente del confronto tra campobassane e piemontesi. Nel mezzo, alle 16 il match tra Crema e Palermo e alle 18 quello tra Villafranca e Faenza con incrocio in semifinale al sabato alle 18. Tutte e quattro le gare saranno trasmesse in diretta streaming (ed in chiaro) sulla piattaforma di web-tv della Lega Basket Femminile (lbftv.it).

PROMOZIONE IN CENTRO Oltre all’aspetto cestistico in rosa, per i più piccoli – tra le 15 e le 18 – sui due campi da street basket installati presso il ‘City Basket Village’ in piazza Vittorio Emanuele II ci saranno tornei e challenge curati da Mario Greco e dallo staff di istruttori di minibasket del club.

TOUR NELLE SCUOLE Ad aprire il venerdì, però, ci sarà il tour negli istituti superiori della città (segnatamente il liceo scientifico ad indirizzo sportivo dalle 9 ed il tecnico ‘Marconi’ dalle 11) della madrina dell’evento Valentina Vignali che parlerà dello ‘sport che salva la vita’. E cioè, nel caso specifico, quanto il basket abbia contribuito a darle forza nel combattere la malattia con cui la giocatrice del Gruppo Stanchi Athena Roma, oltre che modella ed influencer, ha dovuto fare i conti. A raccogliere la sua testimonianza e a ‘regolare il traffico’ delle curiosità degli studenti la responsabile dell’ufficio stampa del club rossoblù Michaela Marcaccio unitamente alla responsabile dell’area marketing Francesca Di Nucci.